Malta

Malta – Punti di Immersione

P29

Questo dragamine della classe Kondor della Germania dell’Est è stato affondato al largo di Cirkewwa nell’agosto 2007. Questa nave è stata utilizzata dalle forze armate di Malta e ora si trova a 37 metri di profondità sul fondo del mare, con il suo albero che raggiunge i 21 metri di profondità. A causa delle sue piccole dimensioni, questo relitto è raramente visitato, in parte a causa della mancanza di vita marina. Tuttavia, la sala macchine rimane un’attrazione molto popolare e suggestiva

Ghar Lapsi – Grotte

Questo sito di immersione è uno dei più ricercati a Malta per la presenza di grandi grotte sottomarine, baie sabbiose e scogliere. La zona tra la sabbia e la barriera corallina è coperta da una flora sottomarina molto varia. Le caverne sottomarine offrono una spettacolare vita marina e giochi di luce molto suggestivi.

St Michael and Tug 10

Il relitto di St. Michael e Tug 10 può essere raggiunto al largo di Zonqor Point dopo 5 minuti di nuoto dalla riva. Entrambi sono stati varati nel 1994 e sono stati affondati insieme nel 1998. A 20 metri di profondità, il St Michael è il più lungo dei due relitti, mentre il n. 10 è leggermente più corto e si trova a 16 metri. La visibilità è più che ottimale per consentire ai subacquei di localizzare facilmente i due relitti. Recentemente è stata installata una corda che collega questi due relitti per facilitare ai subacquei la visita di entrambi.

Um El-Faroud

La Um El Faroud è una petroliera di 110 metri, costruita a Middlesbrough nel 1969 e operante tra Malta e la Libia. Durante i lavori di manutenzione nei bacini di carenaggio di Malta, il 3 febbraio 1995, si è verificata un’esplosione in uno dei serbatoi di carburante, uccidendo tragicamente nove operai dei cantieri navali in uno dei peggiori incidenti avvenuti nei bacini di carenaggio dopo la seconda guerra mondiale. La nave ha subito gravi danni strutturali ed è stata ritenuta irreparabile. Il 2 settembre 1998 la nave è stata affondata e ha fornito una barriera corallina artificiale, che oggi brulica di vita marina. Molto spesso si possono vedere intorno ad essa banchi di barracuda. Questo relitto può essere raggiunto dopo una nuotata di 10 minuti e la maggior parte dei subacquei che visitano questo relitto scelgono di fare due immersioni per apprezzarne al massimo le strutture e l’ambiente marino circostante.

Valetta HMS Maori

Il più famoso e storico relitto di Malta, questo cacciatorpediniere della Seconda Guerra Mondiale fu lanciato nel 1937. Il relitto della HMS Maori offre una vista indimenticabile. Parti dello scafo sono facilmente riconoscibili, anche se i cannoni sono stati rimossi. Lo scafo della Maori è adagiato in posizione verticale sulla sabbia, con una profondità di circa 14 metri a destra e di circa 10 metri a sinistra. La nave si è spezzata in due dopo il bombardamento e rimane solo la parte anteriore. Questo permette alla luce di entrare in abbondanza attraverso alcuni pannelli laterali mancanti, così come attraverso vari portelloni che portano al suo ponte, creando un effetto molto suggestivo.

Rozi

A poca distanza dalla P29 si trova un altro relitto, un rimorchiatore noto come Rozi. Nonostante le sue piccole dimensioni, questo relitto rimane un luogo molto frequentato dai subacquei locali. Lanciata a Liverpool nel 1958, questa nave era originariamente conosciuta come Rossmore. Nel 1981 è stata venduta ad una compagnia maltese che operava nel Grand Harbour e ribattezzata Rozi. Questo relitto è ancora intatto, anche se mancano i motori e l’elica e si trova a 34 metri di profondità. La sua ancora si trova a circa 30 metri dal relitto a 20 metri di profondità. È considerato uno dei migliori punti per le immersioni.

x127 (Manoel Island)

X127 è stato costruito per la campagna di Gallipoli nel 1915. Progettato da Walter Pollocks & Son of Faversham nel Kent, in Inghilterra, l’X127 ha visto l’azione nella campagna dei Dardanelli nella prima guerra mondiale. Nel 1921, la nave si trovava a Malta ed è stata convertita in una portaerei. La notte del 21 aprile 1942, ricevette un siluro colpito a poppa e affondò immediatamente. La nave aveva nomi diversi – Coralita, Coral, Carolita – e ad un certo punto fu addirittura scambiata per il relitto di un sottomarino inglese prima di essere identificata come X127.

Reef Zurrieq

Il West Reef & Caves è un luogo molto popolare che si trova vicino al sito di immersione Um El Faroud. Lasciate l’insenatura al punto d’ingresso, nelle vicinanze troverete il casco subacqueo che è stato posizionato sul fondo del mare per commemorare il 50° anniversario dell’Atlam Divers Club, un club subacqueo locale maltese. Poi girate a destra e tenete la barriera corallina alla vostra destra lungo calanchi, cenge e massi per raggiungere l’incredibile Grotta del Campanile a 28 metri. La grotta ha tre ingressi ed è piena di pesci cardinali rossi. Un po’ più avanti c’è una seconda grotta a 25 metri. Molti subacquei amano immergersi in notturna nell’insenatura per esplorare ancora più varietà di fauna marina.

Madonna

L’immersione inizia in una laguna poco profonda e poi continua in una scogliera con un dislivello di circa 18 metri, nella caverna vicino ad una statua della Madonna che vi è stata collocata nel 1987. Uno dei migliori posti per immergersi a Malta.

Arch Cirkewwa

L’Arco è una delle immersioni più popolari per i subacquei in acque libere nella zona di Cirkewwa. L’immersione inizia con una falcata gigante, scendete e godetevi il fantastico paesaggio nuotando nell’acqua cristallina fino all’arco e assaporate l’emozioni di attraversarlo. Potrete vedere le vostre bolle sotto il soffitto dell’arco trasformarsi in micro-bolle e dar vita a un paesaggio fantastico. Con i pesci intorno a voi che nuotano in mezzo alle bolle vi sentirete in un mondo parallelo.

Paradise Bay

Questa immersione inizia da quella che i subacquei chiamano “susies pool” che si trova tra i 3 metri e gli 11 metri. Quelle che si trovano alla fine della discesa si girano a destra seguendo il muro intorno ai 15 metri, cercando di trovare la vita marina che c’è dentro e per tutto il tragitto si trovano delle belle anfore posizionate tra i 18 e i 20 metri. Se continuate a seguire la parete c’è una bella nuotata dove l’immersione è più divertente passando che arrivare nel mini arco a 10 metri di profondità dove è il momento di tornare alla piscina di sussies. Con i bei paesaggi, il nuoto e le anfore per decorare questa incredibile immersione possiamo dire che questa è perfetta per i subacquei in acque libere.

Helmet Zurrieq

Il casco è uno dei monumenti storici situati esattamente tra la barriera corallina di Zurrieq e il relitto Um El.

Reef Cirkewwa

La barriera corallina di Cirkewwa è il luogo perfetto per fare immersioni per i principianti. Un paesaggio molto bello e ricco di vita marina. Le dimensioni del reef permettono di fare una meravigliosa immersione tra i 30 e i 40 minuti.

Ancor Bay

Questa baia è molto conosciuta soprattutto grazie alle riprese del film Popeye, interpretato da Robin Williams. Anchor Bay deriva il suo nome dall’ancora utilizzata come boa di ormeggio per le chiatte che trasportano materiale per la costruzione del villaggio di Sweet Haven, il set utilizzato nel film che si può vedere ancora oggi. Questa zona è particolarmente ricercata per la presenza di una bella grotta sottomarina, oltre che per la fauna marina locale.